LEGGI ANTIRICICLAGGIO E AZIENDE, NE PARLA IL PROCURATORE GUARINIELLO

eventi-varese-445882.610x431

(fonte: www.varesenews.it)

Il 22 aprile si terrà presso l’Università degli Studi dell’Insubria un convegno sulla responsabilità amministrativa delle imprese, con esperti qualificati (magistrati, avvocati e consulenti d’impresa), sul Decreto Legislativo 231/2001 e sulle nuove opportunità e vantaggi offerti dalla normativa

Per gestire un’impresa è necessaria un’adeguata conoscenza di tutte quelle norme, leggi e regolamenti vigenti che possono avere rilevanza sulle scelte aziendali. Ad esempio ogni azienda dovrebbe conoscere e saper valutare i ritorni di opportunità offerti dal Decreto Legislativo n. 231/01 che ha introdotto il principio di “responsabilità amministrativa d’impresa”: secondo il Decreto infatti l’azienda è responsabile per i reati commessi nel suo interesse o a suo vantaggio da persone che hanno funzioni di amministrazione o di direzione nonché da persone che ne esercitano, anche di fatto, la gestione e il controllo, dai sottoposti e fornitori.

Inoltre emergono nuove opportunità come il rating di legalità, uno strumento, operativo dalla fine del 2014, con cui l’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato attribuisce un punteggio alle imprese virtuose che hanno un fatturato superiore ai due milioni di euro annui e rispettano una serie di requisiti giuridici e “qualitativi”.

Per offrire informazioni e indicazioni operative e cogliere le opportunità che la normativa offre alle aziende, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) promuove, insieme al Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita dell’Università degli Studi dell’Insubria, il convegno: “Guariniello a Varese. Responsabilità d’impresa D.Lgs. 231/01: opportunità e vantaggi competitivi. Gestione, ambiente, sicurezza, anche alimentare nell’anno dell’Expo”, che si terrà a Varese il 22 Aprile in via J. H. Dunant 3, nell’Aula Magna “Granero-Porati” dell’Università degli Studi dell’Insubria, dalle 9.00 alle 18.00.

Il convegno godrà della presenza qualificata di magistrati, docenti universitari, avvocati competenti in materia, consulenti d’impresa ed esponenti delle associazioni e permetterà di riflettere sui vari aspetti complessi collegati tra loro, molti dei quali nuovi e di fornire indicazioni applicative.
Materie come l’autoriciclaggio, il rating di legalità, la gestione delle attività e degli incidenti da parte dell’Organismo di Vigilanza propongono argomenti innovativi in campi ancora largamente inesplorati e forniscono spunti di fondamentale importanza per costruire il futuro delle Aziende.
E un’idonea chiave di lettura della giurisprudenza applicata fornisce indicazioni aggiornate sulle tendenze in corso.

Il programma

SESSIONE MATTUTINA

Presiede: Prof. Leonardo Salvemini

Interventi:
Prof. Leonardo Salvemini, Il principio di precauzione nella “231”

Dott. Isidoro Palma, I reati finanziari e le misure antiriciclaggio

Avv. Lorenzo Fantini, Riflessioni sulla esimente dalla responsabilità: dalla legge alla prassi giurisprudenziale

Avv. Giorgio Carozzi, Il valore aggiunto del Modello “231” per le Aziende. Opportunità di crescita e Rating di legalità

SESSIONE POMERIDIANA

Presiede: Avv. Lorenzo Fantini

Interventi:

Avv. Rolando Dubini, L’attività dell’OdV: svolgimento delle riunioni, interviste e ispezioni. Casi aziendali e suggerimenti applicativi

Dott. Vincenzo Carlino, La prevenzione di incidenti e near miss nella logica dell’OdV

Dott. ssa Anna Guardavilla, Recenti sentenze in materia di D.Lgs. 231/01

Dott. Raffaele Guariniello, I reati ambientali, di Salute e Sicurezza sul Lavoro, igiene degli alimenti e tutela dei consumatori e l’OdV 231

 A tutti i partecipanti al Convegno, che ne faranno richiesta all’atto dell’iscrizione e avranno superato con esito positivo il test finale di verifica dell’apprendimento, verrà consegnato l’Attestato di Partecipazione, valido per il rilascio di n. 7 crediti di aggiornamento per Formatori della Sicurezza sul Lavoro. Il Convegno è accreditato inoltre dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Varese per n. 6 crediti formativi.

 Per avere informazioni e iscriversi al convegno visitare il sito www.aifos.org alla sezione “eventi”.

DEI PRINCIPI DI DIRITTO DELL’AMBIENTE

Prefazione di Pasquale de Lise – Presidente del Consiglio di Stato
di Leonardo Salvemini – Edizione Unicopli – 2012

Il libro si prDei principi di diritto dell'ambienteopone di rafforzare l’autonomia scientifica del diritto dell’ambiente e, quindi, di analizzare e riordinare le fonti normative.
L’analisi parte da aspetti meramente storici per poi percorrere tutti i più importanti momenti internazionali che hanno rafforzato l’indipendenza del diritto dell’ambiente rispetto alle altre discipline giuridiche.
Il raccordo comunitario e la Riforma del Titolo V hanno poi stabilizzato tale ricerca, in un contesto di grande sensibilità sociale intorno alle problematiche ambientali.
L’apporto giurisprudenziale ha rappresentato una fondamentale risorsa cui attingere per confermare la forza del diritto dell’ambiente e l’importanza che esso ha assunto nel quadro degli ordinamenti regionale, nazionale, comunitario e internazionale.

CODICE DELL’AMBIENTE

A cura di Vittorio Italia – Giuffrè – 2008
Commento di Leonardo Salvemini agli articoli 208-213 e 230-232.

COMMENTO AL D.LGS. 3 APRILE 2006, N. 152 AGGIORNATO ALLA LEGGE 6 GIUGNO 2008, N. 101
L’opera contiene il commento, articolo per articolo, del Codice dell’Ambiente, svolto da docenti universitari, avvocati, funzionari pubblici e da esperti qualificati. Essa considera tutti i principali problemi interpretativi e applicativi del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, modificato dal D.Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4 e aggiornato dalla L. 6 giugno 2008, n. 101 e rappresenta perciò uno strumento indispensabile per le pubbliche amministrazioni, gli operatori economici, gli avvocati, i magistrati e per tutti coloro che devono affrontare e risolvere i nuovi e complessi problemi relativi all’ambiente.
In particolare, il Prof. Salvemini ha analizzato il tema delle autorizzazioni in tema di smaltimento e recupero dei rifiuti, degli impianti di ricerca e sperimentazione e il rinnovo delle autorizzazioni alle imprese in possesso di certificazione ambientale, nonché, la tematiche dei rifiuti da attività di manutenzione delle infrastrutture, dei rifiuti prodotti dalle navi e dei residui di carico.

ENCICLOPEDIA DEGLI ENTI LOCALI

A cura di Vittorio Italia – Giuffrè – 2009
Contributo di Leonardo Salvemini ai capitoli 9 e 16.

Volume IV – Ambiente – Inquinamento – Responsabilità. L’Enciclopedia degli Enti locali offre un panorama completo dei principali problemi giuridici relativi a questi Enti, che sono le radici storiche e politiche della vita amministrativa italiana. A tal fine, raccoglie gli argomenti essenziali, raccordando in un’ampia tessitura organica i fili dei principali problemi pratici. La materia è quindi esaminata secondo i tradizionali canoni interpretativi e tenendo conto delle più recenti e innovative posizioni. In particolare il contributo del Prof. Salvemini ha riguardato l’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali e la gestione di particolari categorie di rifiuti.

LA TUTELA DELL’ACQUA

A cura di LEONARDO SALVEMINI – www.ambientediritto.it – 2010

L’opera mira a far comprendere come l’acqua sia un bene economico e sociale, una risorsa scarsa che richiede una gestione efficiente per difenderla e garantirla alle generazioni future.
La tutela e l’uso razionale delle risorse idriche rappresentano pertanto obiettivi molto impegnativi da raggiungere, considerate la varietà e la complessità delle problematiche da affrontare e, soprattutto, le difficoltà di avviare politiche globali che riservino particolare attenzione all’attuazione operativa del nuovo indirizzo.
Un’efficace tutela dell’ambiente richiede infatti una politica preventiva che incida sulle cause e porti ad una revisione profonda delle politiche economiche e sociali che determinano le trasformazioni dell’ambiente.